Utilizzava un noto social network come vetrina per vendere droga. I Carabinieri di Cerveteri hanno arrestato un 36enne che postava le fotografie degli stupefacenti, etichettandoli con alcuni hashtag convenzionali. Gli acquirenti, cosi’, avevano la possibilità di visionare la merce. Gli affari venivano poi conclusi in chat privata e la droga spedita per posta con pacchi anonimi. I militari hanno deciso di fermarlo per un controllo, ma l’uomo si e’ immediatamente dato alla fuga. Una volta raggiunto e bloccato, nelle sue tasche hanno rinvenuto una modica quantità di marijuana che è stata sufficiente a far scattare la perquisizione presso il suo appartamento. In casa è stato trovato un vero e proprio campionario “e-commerce” con oltre 6 chili di marijuana, 4 chili e mezzo di hashish e 23 grammi di olio della stessa sostanza, nonché il materiale per il confezionamento delle dosi e le ricevute relative alle varie transazioni e spedizioni che avvenivano in tutta Italia. Nel corso degli accertamenti è emerso che lo spacciatore si riforniva per lo più dalla California. Intanto, continuano le indagini per identificare tutti gli acquirenti e accertare il giro di spaccio che, si stima, sia oltre i 100mila euro.