Sono iniziate le operazioni di rimozione dei 150 veicoli incendiati e abbandonati nel campo nomadi di Castel Romano. La polizia locale di Roma Capitale è intervenuta per effettuare la bonifica dell’area dalle carcasse di macchine e autocarri prive di qualsiasi elemento identificativo, vanificando anche la possibilità di effettuare gli accertamenti necessari per risalire ai proprietari. Tutti i mezzi saranno smaltiti da ditte specializzate. “Finalmente la pulizia è stata avviata – ha dichiarato Piergiorgio Benvenuti, presidente nazionale del movimento “Ecoitaliasolidale” che plaude all’iniziativa, ma allo stesso tempo torna a chiedere la chiusura del campo – è totalmente incompatibile con la riserva di Decima Malafede dove è stato realizzato nel 2006. Inoltre, sono molti i residenti del comune di Pomezia che lamentano frequenti roghi notturni e la totale mancanza di sicurezza” – ha concluso Benvenuti.