Una presunta truffa da più di un miliardo e duecentomila euro. Il prossimo 11 novembre il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Roma Maria Clementina Forleo dovrà decidere se rinviare a giudizio varie associazioni e persone, tra le quali spiccano anche i nomi della sindaca Virginia Raggi e dell’ex sottosegretario Maria Elena Boschi. Tutto e’ iniziato dalla denuncia presentata dal sindacato “Nazione Rom” alla Procura della Repubblica in merito alle drammatiche condizioni sanitarie in cui versa il campo nomadi di Castel Romano. “Dalla commissione europea è arrivato denaro per inclusione, casa, lavoro, scuola e salute – si legge in una nota del sindacato – il Ministero del Lavoro ha dato al sottosegretario Boschi oltre 14 milioni di euro per garantire la prevenzione sanitaria negli insediamenti, ma ad oggi, non è arrivata una sola aspirina. Con i fondi, forniti a governo e città metropolitane, dovevano essere messi in piedi progetti di inclusione scolastica per ben 78 studenti eppure i bambini non hanno visto realizzarsi nessun progetto” – termina il comunicato.