Nuova puntata nell’intricata vicenda del nuovo progetto urbanistico che incombe sull’area di Via Senofane, a Casalpalocco, addirittura dal 2010. L’inerzia dell’amministrazione capitolina – che dura da circa sei anni – ha fatto si’ che il Tar nominasse un commissario ad acta che ha assunto I poteri della giunta e del consiglio comunale. La maggioranza finalmente ha accolto le preoccupazioni dei cittadini, approvando una mozione del pd contro quella che viene considerata una vera e propria colata di cemento. Ora e’ tutto nelle mani del commissario ad acta che, paradossalmente, potrebbe ignorare gli indirizzi dell’assemblea capitolina esautorando di fatto l’amministrazione e riversando circa 80mila metri cubi di cemento su un’area che forse avrebbe piu’ bisogno di nuove infrastrutture e servizi.