Commiato tra polemiche della preside dell’Istituto Tullia Zevi di Casal Palocco Eugenia Rigano che nella missiva ha voluto bacchettare le manie di protagonismo di alcuni genitori. Non senza ricorrere ad immagini e toni che hanno scatenato critiche. “Le signore agée che esordiscono cercando visibilità negli organi collegiali in minigonna e calze a rete perché si lamentano poi se le figlie, non proprio silfidi, vengono sbeffeggiate dai compagni di classe? La preside rimprovera proprio “la grande confusione di ruoli, e incertezze da cui discendono inutili conflittualità. Ma non bisognerebbe mai dimenticare che la scuola, come ci insegnano anche eminenti psicologi, è un dispositivo, come la caserma, il convento, o il carcere, che trae la propria efficacia da un sistema di regole”.