“Difendiamo la casa del parto Acqualuce”. Sit-in del comitato cittadino che anni si batte per difendere la struttura. Una storia che va avanti con un progetto che decolla a singhiozzo: fra proteste delle donne, qualche timido tentativo di miglioramento della struttura e diverse perplessita’ espresse dai vecchi vertici della Asl. Il tam tam oggi sembra essere arrivato ad un punto morto, almeno stando alle preoccupazioni espresse dallo stesso comitato. Una notizia che al momento che sono solo i membri del comitato a dare ma che non trova ancora conferma nella Asl. Rimangono però certe le paure circa lo smantellamento della casa del parto. Fra le donne del comitato c’è chi parla anche di un possibile risparmio della sanità pubblica attraverso il funzionamento di strutture come questa.