Non ci si attendeva il bagno di folla, ma comunque in tanti hanno deciso di festeggiare il capodanno in Piazza Anco Marzio, ad Ostia. Gli “Abba Celebration” e i “California Sound Oro” hanno intrattenuto intere famiglie con il loro divertente repertorio anni ’70. Particolare attenzione e’ stata rivolta alla sicurezza dei partecipanti, grazie a un efficace servizio delle forze dell’ordine e degli operatori della security. In piazza anche la Presidente del Municipio Giuliana Di Pillo e alcuni rappresentanti della giunta e del consiglio. A mezzanotte, come da programma, tutti ad ammirare i fuochi d’artificio a basso impatto acustico sopra il pontile: forme e colori suggestivi senza rumorose esplosioni. Spettacolare il colpo d’occhio dall’alto, con il lungomare interamente illuminato dai giochi pirotecnici lanciati verso il cielo anche da alcune strutture balneari.
I posti di blocco approntati dai carabinieri hanno garantito la sicurezza stradale: complessivamente, sono stati fermati settanta conducenti e solo due sono risultati positivi all’alcol test. In manette due pregiudicati che volevano fare il “veglione” fuori nonostante gli arresti domiciliari; mentre un 30enne del bangladesh e’ stato denunciato per detenzione di materiale esplodente di tipo vietato. Ma in mancanza di specifici controlli, l’ordinanza della sindaca raggi sul divieto di botti e artifici pirotecnici e’ stata allegramente ignorata, dimostrando tutta la sua inutilita’. Tre cassonetti sono stati distrutti dalle fiamme in Viale del Sommergibile, ad Ostia: inceneriti anche quintali di rifiuti accumulati sul posto da giorni, con conseguente sprigionamento di diossina nell’aria. Nello stesso quadrante, i piromani hanno colpito poi in Via delle Azzorre, nelle immediate vicinanze di un ipermercato, e in Via della Tortuga, dove e’ rimasta danneggiata un’auto in sosta. Contenitori bruciati anche in Via Grimaldi Casta e in Viale della Pineta. “Alla crescente manifestazione di questi atti vandalici – fa presente l’associazione ‘Ostia Protagonista‘ – ci preoccupano soprattutto i tempi di sostituzione dei singoli cassonetti, considerando che via chiaraluce e via dell’appagliatore aspettano da oltre dieci mesi i nuovi bidoni”. E’ andata decisamente peggio al proprietario di una vecchia Bmw posteggiata in Via Marino Fasan: la parte anteriore della vettura e’ andata distrutta, quasi sicuramente a causa di un grosso petardo. Fuochi d’artificio fai-da-te e totale assenza di controlli anche nell’entroterra, soprattutto sulle strade di Dragona. Mentre la protezione civile di Fiumicino e’ dovuta intervenire in Via Redipuglia e in Viale di Focene per domare due incendi boschivi potenzialmente pericolosi. Infine, a Ladispoli sono state danneggiate dai botti due macchine, una delle quali di proprieta’ dell’assessore ai servizi sociali lucia cordeschi.
Festeggiamenti di diverso tenore poche ore piu’ tardi sulla spiaggia di Ostia: centinaia di persone si sono ritrovate presso lo stabilimento “Peppino a Mare Beach” per il tradizionale tuffo di inizio anno. I piu’ temerari hanno sfidato la temperatura rigida e l’acqua gelida per un bagno benaugurante… E solidale: perche’ l’iniziativa, come sempre, si lega alla “corsa degli avanzi” in favore della fondazione ant per la lotta ai tumori. Nel pomeriggio, migliaia di romani hanno scelto il pontile e l’isola pedonale di Anco Marzio per una tranquilla passeggiata al sole. Fortunatamente, in questo caso l’Ama aveva gia’ provveduto alla bonifica.