L’anno del maiale” e’ iniziato anche all’aeroporto di Fiumicino. Nell’area partenze del Terminal 3 infatti e’ andata in scena la Festa di Primavera, nota in occidente anche con il nome di Capodanno Cinese. L’iniziativa rientra tra le numerose attivita’ promosse dalla societa’ di gestione aeroportuale, volte a rafforzare il primato europeo verso l’attrazione e l’accoglienza del passeggero cinese. In occasione dei festeggiamenti e’ stata organizzata una tavola rotonda presieduta tra gli altri dall’assessore allo sviluppo economico, turismo e lavoro di Roma Capitale, Carlo Cafarotti, dal direttore dell’ufficio consolare dell’ambasciata cinese in italia, Zhang Aishan, e dai rappresentanti delle compagnie aeree orientali. Il tema dell’incontro e’ stato la connettivita’ Roma-Cina ed il ruolo degli strumenti digitali nell’accoglienza del turismo cinese, fiore all’occhiello del Leonardo da Vinci grazie anche alla recente introduzione del sistema di pagamento “we chat pay”, abbinato all’omonima app di messaggistica piu’ diffusa nella terra del sol levante. Al termine degli interventi si e’ tenuta la tradizionale cerimonia del te’ con il classico rituale che prevede l’abilita’ nella scelta della giusta acqua, l’utilizzo degli utensili in modo elegante ed infine l’arte di versare e degustare. L’evento ha riscosso un grande successo tra I passeggeri in partenza che sono rimasti affascinati anche dalle incantevoli note di un musicista di Guzheng, il tipico strumento musicale a corda cinese.