Sono iniziate le operazioni di rimozione dei relitti sul Tevere. Il primo intervento si è svolto a Fiumicino, dove è stata recuperata una nave da diporto, lunga oltre trenta metri, semi sommersa nel tratto fluviale compreso tra il ponte Due Giugno e quello dell’Aeroporto. I lavori sono stati eseguiti da ditte specializzate e sono stati ordinati dalla Capitaneria di Porto, che ha anche seguito da vicino, con proprio personale e mezzi, tutte le fasi. Lo scafo verrà demolito a spese del proprietario e i materiali risultanti saranno riciclati o smaltiti nei modi previsti.