Hanno bivaccato sulla sabbia, abbandonando bottiglie di vetro, cocci e rifiuti vari: ennesimo sfregio ai danni del tratto di arenile dedicato al kite surf a Campo di Mare. “Un gesto irresponsabile due volte – ha commentato il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – non solo hanno dato alla spiaggia un aspetto davvero poco edificante per I bagnanti del mattino dopo, ma hanno anche rischiato di mettere a repentaglio l’incolumità delle persone”. Fortunatamente, i volontari del Nucleo Subacqueo Cerveteri Onlus sono intervenuti per ripulire l’area. Indignazione viene espressa anche dall’Assobalneari, da sempre impegnata a mantenere le strutture sportive funzionali al servizio dei surfisti.

“Quanto accaduto – scrive l’associazione – è l’ennesimo affronto al compianto Gianluca Pennacchi, al quale l’area è stata dedicata. Senza dimenticare che attendiamo la definitiva sistemazione dell’impianto, con la rimozione di quanto in prossimità della delimitazione e’ pericoloso all’ambiente e alla sicurezza dei praticanti”.