Difficile essere stati ragazzi o bambini negli anni ottanta e non aver mai impugnato le manopole del famoso calcio Balilla