Finalmente arriva il caldo, ma manca il piano incendi.
Sinistra italiana
ha presentato al consiglio di via Claudio un’interrogazione con cui si richiede all’amministrazione come intende fronteggiare il pericolo incendi. “L’estate” – si legge nel documento – “è in arrivo, ma del piano anti roghi non c’e’ traccia. senza un intervento di prevenzione la pineta di Castel Fusano e quella di acque rosse rischiano di andare definitivamente distrutte. il silenzio della maggioranza, dopo tutto quello che e’ accaduto lo scorso anno, fa tremare le vene ai polsi. Il tema – e’ proprio il caso di dirlo – e’ davvero rovente. Ultimamente sono circolate indiscrezioni secondo le quali il comune per prevenire il rischio di combustioni avrebbe in programma la diradazione della vegetazione. sulla questione e’ intervenuto il movimento ecoitaliasolidale che dichiara: “ ipotizzare un disegno che prevede il taglio della macchia e’ la prova che ci ritroviamo di fronte una giunta che lavora senza effettuare una sana programmazione delle emergenze”. Adriano Palozzi coordinatore regionale di forza italia ha affermato: “ meno alberi, minor rischio fuochi e’ il folle progetto di Virginia Raggi. un’ipotesi surreale che se confermata testimonierebbe per l’ennesima volta l’inadeguatezza politica pentastellata.