Il comune di Ardea vuole i soldi per le occupazioni abusive presso il cosiddetto “serpentone” del Lido delle Salzare. In questi giorni l’amministrazione ha spedito un centinaio di lettere ad altrettante famiglie che occupano abusivamente lo stabile chiedendo entro due mesi l’affitto, compresi gli interessi, degli ultimi dodici anni. Infatti, il complesso, passato a proprietàpubblica, è abitato da molti stranieri irregolari. L’operazione porterebbe nelle casse municipali quasi tre milioni di euro. Tuttavia, gli occupanti sono stati sanciti dalle forze dell’ordine nel 2016 e da allora la situazione potrebbe essere mutata profondamente. Per questo motivo non c’è alcuna certezza sulla possibilità per il comune di incassare il denaro. La vicenda delle Salzare risale al 1997 quando è stata annullata la concessione edilizia ed è stata disposta la successiva ordinanza di demolizione, effettuata, però, soltanto per tre palazzine su sette.