Avevano occupato un’area comunale di duemila metri quadrati e l’avevano trasformata in un deposito incontrollato di rifiuti. La polizia locale di Ardea ha scoperto e sequestrato una gigantesca discarica contenente ogni genere di immondizia, come olii esausti, copertoni, bombole di ossigeno, materiali di risulta o estintori. I documenti attesterebbero inoltre la falsa proprietà dell’area e la sua locazione illecita. Sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti e’ finita una donna di 45 anni, sul cui conto si stanno svolgendo ulteriori indagini. Soddisfatto il sindaco, Mario Savarese: “Nelle diverse scelte di questa amministrazione, l’ambiente è al primo posto. Ringrazio gli agenti per questa brillante operazione e tutte le istituzioni impegnate quotidianamente nel far rispettare le regole della nostra città”. “E’ stata avviata una faticosa programmazione di interventi volti a donare al territorio il decoro e la sicurezza che merita – ha proseguito l’assessore Pamela Pezzotti – complimenti alla municipale che ha fermato questa illegale attività di stoccaggio”