Calcinacci, pneumatici, vecchia mobilia e altri scarti ingombranti e inquinanti. Malgrado le segnalazioni inoltrate all’amministrazione comunale da residenti e associazioni ambientaliste di Ardea, Via delle Acque Basse e Via delle Mente sono ancora ingombre di quintali di rifiuti: E’ il risultato della pulizia dei canali effettuata circa due settimane fa dal consorzio di bonifica. “Dopo un primo intervento di risanamento – ha dichiarato Felice D’Eustacchio, della Guardia Nazionale Ambientale – gli scarti depositati sui margini dei corsi d’acqua non sono stati rimossi. I buoni propositi di fare pulizia sembrano essersi arenati prima del previsto. Ormai da diversi giorni i lavori di ripristino dei luoghi sono praticamente fermi. Ci auguriamo che il Comune faccia riprendere quanto prima la bonifica – ha concluso D’Eustacchio – onde evitare di vanificare l’intervento.” In effetti, i rifiuti potrebbero scivolare nuovamente nei canali e, per la teoria delle finestre rotte, gli incivili ne potrebbero approfittare per scaricare altra immondizia.