198mila euro: è quanto il comune di Ardea conta di incassare nel 2019 dalle multe per le violazioni al codice della strada. Sulla base delle verifiche fatte dagli uffici, la previsione di entrata relativa alle sanzioni comminate agli automobilisti si attesterebbe intorno ai 300mila euro: di questi, 102mila sono considerati di “dubbia esigibilità”, cioè è molto probabile che l’amministrazione non sia in grado effettivamente di riscuoterli. La legge prevede che il 50% della somma esigibile – circa 99mila euro, dunque – debba essere investita per il miglioramento della sicurezza stradale. Ed ecco allora come il comune rutulo intende utilizzare gli introiti derivanti dalle multe: rifacimento della segnaletica, acquisto di veicoli e dispositivi di difesa personale per gli agenti della polizia locale, manutenzione di autovelox ed etilometri. E ancora: servizi di controllo, tutela dell’utenza debole, piano delle attivita’ estive e previdenza complementare dei vigili urbani.