“Ci presti due euro per il biglietto del treno?”. E’ iniziata cosi’ la disavventura di un giovane che, il 4 dicembre scorso, stava raggiungendo la Capitale a bordo di un convoglio proveniente da Palidoro. Il ragazzo ha acconsentito alla richiesta dei due sconosciuti, che pero’ si e’ rivelata solo un pretesto per rubargli la catenina d’oro. Di fronte al tentativo della vittima di difendersi, I malintenzionati hanno reagito brutalmente, colpendolo con calci e pugni, per poi fuggire. Le indagini condotte dalla polizia ferroviaria si sono incrociate con quelle degli agenti del commissariato “Primavalle”, che già stavano investigando su un episodio analogo. Tutti gli indizi portavano a due fratelli romani di 22 e 23 anni, residenti nel territorio di Fiumicino. Riconosciuta la pericolosità dei rapinatori, il giudice per le indagini preliminari ha emesso nei loro confronti due ordinanze di custodia cautelare in carcere. Sono stati dunque rintracciati e arrestati in attesa di processo.