Ultimi giorni di vacanza per gli studenti della Capitale. Con l’avvio imminente delle scuole ritorna di grande attualità il tema dell’acquisto dei testi scolastici. Quest’anno come non mai si prospetta una vera e propria emergenza libri. I rivenditori, infatti, sono sul piede di guerra con il Campidoglio per le procedure di rimborso pagate con molti mesi di ritardo. In questo modo i librai sono costretti a ricorrere a fidi bancari per anticipare i soldi alle famiglie con un Isee basso che hanno diritto alle cedole gratuite, e il più delle volte non bastano neanche quelli. Siamo stati ad Acilia e sentite cosa ci hanno detto… Senza garanzie da parte dell’amministrazione, i negozianti fanno sapere che chi ha diritto alla fornitura gratuita dei testi potrebbe ritrovarsi sui banchi senza libri. Occorre trovare quindi un accordo immediato per risolvere la situazione, snellendo le pratiche per il pagamento e accreditamento delle cedole.