Ti guardano fisso negli occhi e aspettano solo una parola per scatenare l’inferno. Un gruppo di ragazzi, dai 14 ai 18 anni, già nel pomeriggio seminano il panico alla stazione di Acilia e nelle vicinanze. Insultano i passanti, urlano, bevono alcolici e lasciano bottiglie ovunque. Poi al culmine del momento di follia devastano quello che trovano. Biciclette lasciate dai pendolari della Roma-Lido e raccoglitori dei rifiuti nella maggior parte dei casi. Si muovono in gruppo e spaventano i passanti, anche donne e anziane.  Una situazione al limite. Fortunatamente pochi giorni fa alla stazione erano presenti i Carabinieri e i fruitori della Roma-Lido si sono sentiti più al sicuro.