Importante operazione della Capitaneria di Porto per il controllo della filiera ittica. La Guardia Costiera ha sequestrato 420 chili di pesce tra mercati e depositi che si trovano ad Acilia e Ostia Antica. In totale sono state elevate multe per un valore complessivo di circa sei mila euro. 370 chili di pescato sono risultati scaduti e privi di qualsiasi tracciabilità. I restanti 50 – ancora freschi – saranno donati in beneficenza. Si tratta dell’ennesima prova dell’attenzione dimostrata dalla Capitaneria di Porto non solo nei confronti della legalità, ma anche della salute dei cittadini. Le verifiche proseguiranno anche nelle prossime ore.