Sono stati individuati i responsabili del vile gesto compiuto all’interno del parco di Via Bepi Romagnoni, ad Acilia. Nei giorni scorsi, ignoti hanno scaricato nell’area verde una decina fotocopiatrici industriali classificate come rifiuti speciali e pericolosi. La Polizia Locale del reparto Pics – dopo un accurato sopralluogo – e’ riuscita a risalire all’identità degli incivili, denunciandoli. “L’indagine, resa possibile grazie alla collaborazione delle case costruttrici degli apparecchi, è stata effettuata in tempo record – ha dichiarato la sindaca di Roma Virginia Raggi – sono bastate solo 48 ore per identificare i mandanti e gli autori dello scarico abusivo. Attraverso un lavoro di analisi delle transazioni economiche, gli agenti hanno ricostruito la catena degli acquirenti temporanei, fino al magazzino dove queste stampanti erano state stoccate in attesa di uno smaltimento o di un eventuale riutilizzo. Al termine del sopralluogo l’intera area è stata sequestrata. I controlli e le operazioni dei nostri agenti della polizia locale sono importantissime e, per questo, li ringrazio per il lavoro che svolgono ogni giorno” – ha concluso Raggi.