“Prima i ripetuti incendi nella pineta di Castel Fusano, poi un programma di deforestazione e di abbattimento di pini e lecci nel polmone verde di Procoio – lo denunciano in una nota congiunta Piergiorgio Benvenuti e Fabio Ficosecco, rispettivamente presidente nazionale e responsabile romano del movimento “Ecoitaliasolidale” – ci chiediamo – proseguono – qual è l’ente che ha autorizzato il taglio di migliaia di alberi e il perchè, essendo l’area compresa nei 200 ettari di macchia mediterranea e riserva naturale protetta, fra il canale dei pescatori e Ostia Antica. Vi sono, peraltro, ancora ricoveri di fortuna non smantellati e rifiuti tossici abbandonati a terra, come alcune lastre di amianto. Non è possibile che non si riesca a prendere provvedimenti adeguati per difendere un patrimonio ambientale di rilevanza straordinaria come questo. Si continuano a distruggere ettari di verde e si sta ancora una volta minando l’ambiente. Chiediamo a chi di dovere di intervenire e di assumersi le proprie responsabilità perchè è inaccettabile che la capitale d’Italia non venga tutelata e protetta” – concludono Benvenuti e Ficosecco.