Voto blindato

Voto blindato nel Decimo Municipio. Il Prefetto di Roma Paola Basilone ha convocato per martedì prossimo, ad Ostia, il Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza in vista del ballottaggio di domenica 19 novembre.  Al vertice, indetto per modulare “il sistema di controllo del territorio anche alla luce dei gravi episodi verificatisi nei giorni scorsi”, parteciperanno la Sindaca Raggi, i rappresentanti delle forze dell’ordine e della Direzione Distrettuale Antimafia.  Per il senatore Francesco Giro si tratta di un provvedimento tardivo:  “Le verifiche andavano fatte prima e non al ballottaggio – ha dichiarato – ed è incredibile che il Viminale si svegli solo ora, visto che a Ostia si andava al voto dopo due anni di Commissariamento Prefettizio”.  “Giro si sbaglia – ribatte il Capogruppo Capitolino del Movimento Cinque Stelle Paolo Ferrara – un maggiore controllo è non solo necessario, ma rappresenta un atto dovuto nei confronti di tutti i cittadini onesti”.  Nel frattempo, si infiamma la polemica politica.  L’Assessore al Patrimonio di Roma Capitale Rosalba Castiglione definisce “vergognose” le recenti dichiarazioni della candidata del centrodestra Monica Picca: “Il locale della palestra di Roberto Spada appartiene a un privato, non al Comune – fa presente Castiglione – rispediamo al mittente ogni attacco strumentale”;  mentre la futura consigliera municipale di Forza Italia Mariacristina Masi dice “Basta al linciaggio mediatico” e invoca la presenza reale dello stato sul territorio.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *