Violenza nel campo rom

La polizia ha arrestato due fratelli bosniaci rispettivamente di 40 e 41 anni, entrambi responsabili del gravissimo episodio di violenza consumato all’interno del campo nomadi di Castel Romano la sera del 14 giugno 2015.  Per futili motivi e con una violenza inaudita avevano aggredito due uomini ed una 28enne in evidente stato di gravidanza. Quest’ultima aveva anche rischiato di essere violentata.
Le urla della donna e l’intervento di un’altra persona hanno evitato il peggio. Dopo la denuncia gli agenti hanno avviato le indagini riuscendo così ad identificare e a rintracciare i responsabili.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *