Violazione della privacy

Hanno attivato illegalmente oltre 35mila utenze telefoniche per fornire numeri sempre nuovi a un gruppo di rapinatori.  La guardia di finanza di Fiumicino ha denunciato 12 persone riconducibili a una nota azienda romana attiva nel settore della telefonia mobile. Le sim venivano intestate a ignari clienti, senza fissa dimora, persone inesistenti o addirittura decedute. Nei confronti della societa’ e’ stato emesso un decreto di sequestro preventivo per un valore di 400mila euro, oltre a sanzioni amministrative per circa 6 milioni di euro.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *