Rinvio a giudizio

E’ stato rinviato a giudizio l’agente di polizia residente a Ostia che nel 2010 venne fermato al confine tra Grecia e Turchia a bordo di una ferrari da 200mila euro risultata rubata.  L’assistente capo della stradale viaggiava con un titolo di proprieta’ falsificato e, secondo l’accusa, avrebbe piazzato il bolide sul mercato nero straniero.  Ora dovra’ rispondere di appropriazione indebita: la ferrari, infatti, era stata acquistata da un fondo immobiliare ma, di fatto, era ancora proprieta’ della “unicredit leasing” che aveva erogato il credito.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *