Prime condanne

Prime condanne nell’ambito del processo “mafia capitale”.  Inflitti due anni e due mesi all’ex-assessore capitolino alla casa Daniele Ozzimo, accusato di corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio.  Stessa pena per Paolo Solvi, ritenuto il faccendiere dell’ex-presidente del decimo municipio andrea tassone.  Condannato a due anni e quattro mesi, invece, l’ex-consigliere comunale di “centro democratico” massimo caprari, residente ad ardea.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *