Omicidio Marco Vannini

“Era uno scherzo.  Il colpo e’ partito per una mia leggerezza”.  E’ la nuova versione dei fatti fornita da Antonio Ciontoli, il luogotenente della marina accusato dell’omicidio del 22enne di Cerveteri Marco Vannini.  Nel secondo interrogatorio di fronte alla procura di Civitavecchia, Ciontoli ha quindi confermato di aver sparato, ma l’arma non gli sarebbe scivolata di mano come dichiarato in un primo momento.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *