Omicidio

L’ennesima lite familiare e’ sfociata in tragedia ieri in Via della Paranzella, ad Ostia.  Intorno alle 19.30, un pregiudicato con problemi legati alla droga, ha chiamato il 112 ammettendo di aver ucciso il fratello. Giunti nell’abitazione, gli agenti della polizia hanno trovato il corpo senza vita di stefano giannini, riverso sul pavimento della cucina in un lago di sangue.  L’assassino reo-confesso – armando – lo aveva ucciso con due coltellate allo stomaco.  A quanto pare, i due fratelli non erano nuovi a liti violente.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *