No ai francesi

La regione Lazio ha bocciato il piano della cordata, guidata dall’azienda francese RTP, per la gestione della Roma-Lido. L’amministrazione ha spiegato che il progetto non prevedeva ne’ la realizzazione di nuove stazioni, ne’ la riqualificazione di quelle esistenti. “La giunta ha confermato che non avevamo torto – ha commentato il capogruppo di Forza Italia Antonello Aurigemma – adesso ce’ bisogno di un’accelerazione affinche’ la linea venga rilanciata”.

1 Comment

  1. I fatti esposti non corrispondono a quanto riportato in sede di conferenza stampa indetta oggi, 27 luglio, da RATP, a cui hanno partecipato anche rappresentanti del Comitato Pendolari e di quartiere.
    Anzi, il progetto presentato prevede: riqualificazione di tutte stazioni, aumento di ben 9 stazioni (se approvato), sostituzione rotaie, aumento treni e frequenza, con ripartizione dei costi in 25 anni pari a 250 milioni a carico del privato e 200 della Regione, con aumento del personale reperito sul territorio del Municipio.
    Il tutto rifiutato dalla Regione secondo quanto riportato dalla stampa e senza comunicazione scritta alla RATP, che sarebbe pronta anche ad accordo di gestione con ATAC. Comunque il progetto deve essere sottoposto a gara.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *