Nessun risarcimento

5 milioni e 800mila euro:  e’ il maxi-risarcimento che l’Ater ha chiesto al comune di  Pomezia per la requisizione di alcuni immobili negli anni 1989  e 1990, quando esplose una grave emergenza abitativa.  Ieri il TAR ha pero’ respinto la pretesa avanzata dall’azienda regionale, registrando come la stessa in questi anni abbia comunque riscosso dagli inquilini i canoni di affitto.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *