Lettera a Matterella

L’unione comitati di Ostia ha scritto un appello alle maggiori istituzioni del paese, a cominciare dal presidente della repubblica Sergio Mattarella, per restituire dignita’ e decoro al X municipio, un territorio ormai finito nell’occhio del ciclone dopo gli ultimi scandali legati a mafia capitale. “In primo luogo – si legge nel comunicato – bisogna fare in modo che nel 2016 la gestione delle spiagge diventi finalmente legale , con la pubblicazione di regolari bandi pubblici per le concessioni. Inoltre, si attende l’applicazione della legge che prevede il 50 per cento degli arenili riservato alla pubblica fruizione”. “In secondo luogo – continuano i comitati – e’ necessario varare un progetto d’adeguamento, importante ed efficace, della bonifica di Ostia e Maccarese. Il nuovo piano idrogeologico dovrebbe essere in grado di sostituire quello attuale che ha funzionato ottimamente per piu’ di 100 anni. In terzo luogo, le istituzioni dovrebbero varare un nuovo piano della mobilita’ per non vanificare le opportunita’ in arrivo con lo sviluppo dell’aeroporto di Fiumicino che sta crescendo al ritmo di 200mila passeggeri al mese”. “Infine il tribunale e il giudice di pace devono ritornare a Ostia, per dimostrare che i cittadini non sono stati abbandonati e che la legge vige ancora sul territorio”.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *