Guardia di finanza

Avevano creato una societa’ fantoccio solo per non pagare i debiti.   Angelo e Omar Menghini, padre e figlio residenti a Fregene, sono finiti in manette per bancarotta fraudolenta aggravata. L’attivita’ di indagine, effettuata dalla guardia di finanza attraverso  rilevamenti contabili, indagini bancarie e ricostruzioni di operazioni societarie, ha consentito di accertare le condotte illecite perpretate dai due uomini, amministratori pro tempore della Futura 2011 srl, utilizzata al solo fine di compiere operazioni in danno dei creditori. I Menghini avevano dichiarato il fallimento nel 2013, creando un dissesto da 100 milioni di euro.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *