Fiamma nera

Rintracciata in spagna – nel porto di Valencia – e’ stata ricondotta in italia la “Fiamma nera”, l’imbarcazione appartenuta a Benito Mussolini che risultava tra i beni sequestrati dalle fiamme gialle di Fiumicino a un imprenditore campano di comprovata “pericolosita’ sociale”, con una carriera costellata da evasioni fiscali e fallimenti pilotati.  Applicando la normativa prevista dal “codice antimafia”, nel febbraio del 2016 l’autorita’ giudiziaria ha disposto il sequestro di 75 immobili – tra cui alcuni locali di “palazzo noccioli”, a Fiumicino – 32 terreni, diverse tenute, appartamenti, uffici e negozi, quote societarie e disponibilita’ bancarie, oltre a due auto di lusso e, per l’appunto, due imbarcazioni di mussoliniana memoria e rilevante interesse storico.  Il recupero della “fiamma nera” si e’ rivelato particolarmente difficoltoso, anche a causa di alcuni formalismi procedurali, ma da ieri sera si trova nel porto turistico di Ostia.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *