Delitto Vannini  

Sorgono nuovi interrogativi sull’omicidio di marco vannini, il giovane deceduto lo scorso maggio nella villetta ladispolana dei genitori della fidanzata. Secondo le dichiarazioni fornite ai giudici della corte d’assise di roma dal brigadiere modesto, che fece il sopralluogo nell’abitazione, nel bagno non furono trovate tracce di sangue. Questo metterebbe in dubbio la versione secondo cui il colpo di pistola che uccise il ragazzo fosse stato sparato proprio in quella stanza.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *