Controlli a tappeto

Palestre, centri sportivi e gioiellerie sotto controllo nel decimo municipio.  Nella giornata di ieri, Polizia, Guardia di Finanza e Polizia locale hanno effettuato numerose verifiche in materia di autorizzazioni e gestione fiscale. In particolare, sono state riscontrate irregolarita’ contabili in un bar all’interno di un centro sportivo dell’Infernetto.  Nella stessa struttura, e’ stato sanzionato un centro estetico per la mancanza di un certificato di inizio attivita’.

1 Comment

  1. leggo con interesse il vostro articolo . Affermate di essere a conoscenza e pertanto di essere legittimati a pubblicare un avvenuto intervento della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, nei confronti di un anonimo centro estetico. Rendere pubblico , come di fatto e’ avvenuto con il vs. articolo, fatti accaduti senza indicarne il reo responsabile, non da la possibilita’ di provare il contrario e coinvolge inevitabilmente una intera categoria di aziende che agiscono in attivita’ consimili.
    Oltremodo ci si chiede se le autorita’ pubbliche sono coscienti del sommerso che interessa questo settore e in modo particolare di tutti coloro che svolgono la stessa attivita’ al buio delle proprie case o delle proprie sale hobby senza autorizzazioni, senza tutele per i clienti, senza norme igeniche definite e soprattutto evasori e concorrenti sleali. Ovviamente fa notizia una sanzione amministrativa derivata una mera personale interpretazione di una legge che si occupa di stabilire se un tariffario debba essere esposto dietro una porta e non su un tavolo di una sala di aspetto . Capisco la necessita’ in questo Paese ormai alla deriva, per coloro che giornalmente tentano di migliorare questo stato di cose di avere necessita’ di conferma, però sarebbe piu’ onesto dire che , oltre alla multa , se pur questo dovesse risultare veritiero, è stato riscontrato che le ricevute fiscali venivano emesse regolarmente , che lo stato igenico era perfetto e che tutti i collaboratori erano regolarmente iscritti e per i quali si applicano tutte le tutele (vedi legge 81/08 ex 626) e tutti i diritti. Il lavoro di un giornalista è indispensabile però più che lo scoop bisogna trasmettere trasparenza e chiarezza onde evitare disorientamento e forte disapprovazione.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *