Condanna del Tar

Con una sentenza del Tar, il comune di Pomezia e’ stato condannato a pagare 1.000 euro di spese processuali e a fornire i documenti richiesti lo scorso maggio dalla Nash SRL. L’azienda, proprietaria di fabbricati e terreni, chiedeva il rilascio degli atti che istituivano il cosiddetto “vincolo delle telecomunicazioni”.  L’ente  non aveva ne’ rifiutato, ne’ consegnato le carte creando un caso di  “silenzio diniego”. L’impresa si era dunque rivolta al tribunale amministrativo.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *