Castelromano al collasso

“Da 5 mesi senza acqua con rischio di scabbia, rogna, epatite e leptospirosi.” Queste solo le condizioni igienico-sanitarie del campo rom di Castelromano denunciate da Marcello Zuinisi, rappresentante legale dell’Associazione Nazionale Rom. “Gli impianti fognari sono esplosi invadendo tutta l’area e anche una riserva naturale adiacente il campo – spiega Zuinisi- complessivamente le persone ospitate sono mille e settantasei: la situazione è al collasso”.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *