Casa Shalabayeva

Sequestro di persona: e’ l’accusa che i pm di Perugia contestano a due dirigenti della polizia, a cinque agenti e a un giudice di pace per il caso Shalabayeva. La donna, moglie di un dissidente kazako, nel maggio del 2013 venne prelevata dalla sua villa di Casalpalocco ed espulsa dall’Italia insieme alla figlia di 6 anni.  Una sentenza della Corte di Cassazione del 2014 stabili’ poi che madre e figlia non potevano essere espulse.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *