Carabinieri insultati

“Servi dello stato, stupratori di pischelle”:  sono questi gli insulti che due ragazze di ostia hanno rivolto ai carabinieri intervenuti l’altra notte nei pressi di un locale del centro di Roma. Le giovani hanno inveito contro i militari con frasi del tipo: “Volete portarci in caserma per stuprarci?”; poi hanno opposto resistenza con sputi e calci.  Processate per direttissima, sono state condannate a 8 mesi di reclusione.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *