Bollette pazze

Genitori in rivolta presso gli uffici comunali di palazzo Falcone a Ladispoli. Molte famiglie in regola con i pagamenti per la refezione scolastica dei propri figli sono state raggiunge da “bollette pazze”. Il sistema informatico, infatti, avrebbe inviato i bollettini arretrati anche a chi era in regola con le rette. Rassicurazioni arrivano dall’assessore all’istruzione scolastica, Roberto Ussia : “Chi ha pagato negli anni scorsi non deve temere nulla, risolveremo tutto”.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *