Aggravanti cadute

Pene dimezzate per i fratelli Sergio e Sandro Guarnera di Acilia.  Nel processo in cui erano coinvolti, il giudice non ha riconosciuto l’aggravante mafiosa, dunque il reato e’ stato derubricato in associazione a delinquere finalizzata alla concorrenza sleale nel commercio delle slot-machine.  I due fratelli dovranno scontare sei anni di reclusione, cosi’ come il loro collaboratore Franco Crispoldi.  Sono stati condannati, rispettivamente, a quattro e tre anni di carcere i due albanesi coinvolti nella vicenda.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *