Vandalismo

Croci delle lapidi rimosse o distrutte. Succede nel primo tratto di via Cristoforo Colombo, ad Ostia.  I genitori di molti ragazzi morti a causa di incidenti stradali denunciano questi ignobili raid.  L’ultimo caso l’altra notte quando a sparire e’ stata la croce di matteo, appena risistemata dai genitori. La famiglia di matteo e quelle delle altre vittime della colombo chiedono aiuto: chiunque dovesse vedere i vandali in azione e’ pregato di rivolgersi alle forze...

Ostia attiva

Proseguono gli incontri delle associazioni locali con il commissario prefettizio del X municipio, Vulpiani. Ieri e’ stata la volta del comitato “Ostia attiva” che ha voluto affrontare il tema del ripristino della legalita’ nella gestione del mare. “Vulpiani – si legge in una nota del comitato – ha illustrato la sua strategia di intervento affermando che per riqualificazione del lungomare si intende eliminazione degli abusi”. Sempre ieri l’associazione “mare libero” ha organizzato un flash mob sotto la sede municipale. Mentre alcuni rom hanno chiesto assistenza dopo essere rimasti senza alloggi a causa dell’incendio dell’altra...

Concessioni demaniali

“Anno nuovo, spiaggia nuova”:   i radicali Maria Laura Turco e Paolo Izzo tornano sulla questione del demanio marittimo.  “Molto presto saranno ufficialmente in scadenza le concessioni demaniali – spiegano in una nota congiunta – qualora la corte di giustizia dovesse decidere, il prossimo 26 febbraio, che la legge italiana che le ha prorogate al 2020 e’ incompatibile con la direttiva Bolkestein.  L’evenienza e’ altamente probabile, dunque sarebbe opportuno che fin d’ora i sindaci dei comuni che affacciano sul mare iniziassero a predisporre dei bandi pubblici per l’assegnazione delle concessioni...

Casa della salute

Con il ricovero dei primi pazienti, e’ decollata la sperimentazione presso la casa della salute di Ladispoli-Cerveteri. La struttura era stata inaugurata nel mese di aprile e ieri ha accolto tre degenti dando ufficialmente vita all’ospedale gestito da infermieri. Si tratta di un nuovo modello assistenziale incentrato su un’area di cure a bassa intensita’ clinica promosso dalla...

Beni confiscati

Grazie al lavoro di indagine della guardia di finanza di Fiumicino, e’ stato restituito alla collettivita’ un patrimonio da 3 milioni e mezzo di euro accumulato da una banda di narcotrafficanti.   E’ partito tutto dal sequestro di 110 chili di cocaina purissima, occultati in una cassa di legno destinata a una fantomatica ditta dall’indirizzo inesistente.  I finanzieri sono riusciti a smascherare l’organizzazione criminale, composta da sette pregiudicati romani.  Sono poi stati recuperati tutti i beni nella disponibilita’ del clan – molti dei quali intestati a prestanome compiacenti – tra cui una lussuosa villa con vista mare, cinque appartamenti, 6 box, diverse attivita’ commerciali e 22 veicoli tra auto di lusso e moto da corsa.  Con la confisca definitiva, il patrimonio e’ ora proprieta’ dello...